Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Proroga Valdastico, la Ue dice si’

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

14

set

2013

La Brescia-Padova ha altri due anni per il progetto definitivo del tratto Nord

VERONA – La risposta di Bruxelles, attesa per tutta l’estate, è arrivata: Autostrada Brescia-Padova avrà tempo fino al 30 giugno 2015 per definire la partita della Valdastico Nord. Con una nota di risposta alla richiesta di proroga biennale avanzata dal ministero delle Infrastrutture Maurizio Lupi, il commissario europeo per il Marcato interno, Michel Barnier, ha formalizzato il via libera dell’Unione europea. Bruxelles dà così l’ok alla concessione di ulteriori 24 mesi di tempo alla società controllata da A4 Holding per incassare l’approvazione della progettazione definitiva del prolungamento a nord della A31. Non si parla di riscrittura totale della concessione, ma dello spostamento in avanti di un biennio del precedente termine vincolante dal quale dipende la proroga della concessione fino al 2026.

Termine scaduto il 30 giugno scorso. Alla luce dell’approvazione definitiva del primo lotto (con tracciato che si snoda solo in Veneto) ottenuta, per tempo, da Brescia-Padova e della trattativa in corso con la Provincia di Trento sull’attraversamento del territorio dell’ente autonomo per andare a raccordarsi con la A22, la struttura del commissario europeo Barnier ha accolto la richiesta del ministro Lupi. L’apertura mette nelle condizioni Regione Veneto, Provincia di Trento e A4 Holding di poter trovare un accordo sul tracciato dopo Lastebasse (Vicenza) togliendo di mezzo le elezioni provinciali trentine del prossimo 27 ottobre. Su questo punto, nel corso degli ultimi incontri a Roma, Lupi è stato chiaro. Convenendo con i rappresentanti della Provincia di Trento sulla necessità di superare l’appuntamento elettorale, il ministro ha fatto presente che, una volta chiuse le urne, si aspetta che Trento indichi il percorso più opportuno per il completamento della Valdastico Nord abbandonando definitivamente la sua posizione di contrarietà all’opera. Per A4 Holding si tratta, evidentemente, di un’ottima notizia. La società presieduta da Attilio Schneck era comunque pronta a sostenere un contenzioso sul mancato differimento del termine ultimo del 30 giugno 2013, anche e soprattutto alla luce del via libera incassato nel marzo scorso al Cipe dal primo lotto del progetto Valdastico Nord da Piovene Rocchette a Lastebasse. (m.mar.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui