Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Vetrego, si avvicina la fine del tornello.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

18

set

2013

MIRANO – Incontro del comitato con i vertici della Cav: «Assicurano che l’iter per le nuove tariffe è avanzato»

CONGIA – Manca poco. Chiediamo ai vetreghesi di avere fiducia

L’estate è passata tra bocche cucite e frasi di circostanza, ma per l’autunno sono attese importanti novità sul casello Mirano-Dolo. L’iter per l’introduzione delle nuove tariffe pare ben avviato, nei prossimi giorni i vertici della società autostradale Cav illustreranno la situazione al sindaco Pavanello. Intanto lunedì sera il presidente Bembo e l’amministratore delegato Mucilli hanno incontrato i rappresentanti del comitato “Rinascita Vetrego”, che da tempo chiede la risoluzione del gravoso problema del tornello.

La questione ormai è nota: per godere del pedaggio gratuito tra Mestre e Mirano, gli automobilisti delle tratta Mestre-Padova escono e rientrano al casello di Mirano (località Vetrego) risparmiando 2.40 euro ma provocando pesanti ingorghi in tutta l’area. Cav garantì la risoluzione del problema con l’introduzione di nuove tariffe a partire dallo scorso giugno (Mirano-Padova e Mestre-Padova costerebbero entrambe 2.70 euro, con sconto di 1.10 euro ai pendolari di Miranese e Riviera), ma negli ultimi tre mesi tutto è rimasto bloccato.

A breve potrebbero però arrivare delle novità: «Nei giorni scorsi abbiamo riscontrato l’interessamento della Prefettura, ora abbiamo ricevuto garanzie dai vertici di Cav. È stato un incontro positivo con toni molto cordiali» fa sapere il comitato. Nella riunione sono state avanzate a Cav tre richieste: posizionare dei semafori sulla rotonda, installare barriere fonoassorbenti per proteggere il quartiere di via Ca’ Rezzonico e realizzare un parcheggio acquisendo la proprietà di una famiglia vetreghese, la più penalizzata dalla costruzione del Passante.

«Per quanto riguarda le nuove tariffe ci è stato assicurato che l’iter a Roma è ben avanzato, la soluzione del tornello è dunque vicina. Chiediamo ai vetreghesi di avere fiducia» dichiara il presidente del comitato, Emanuele Congia. «Nei prossimi giorni incontrerò il presidente di Cav per avere chiarimenti sulla situazione» conferma il sindaco Maria Rosa Pavanello.

Gabriele Pipia

 

UN CASELLO SENZA PACE – Camion delle giostre in panne, il traffico va in tilt

MIRANO – Al casello già quotidianamente congestionato mancava solo l’arrivo delle giostre. La carovana al gran completo farà tappa a Mirano tra oggi e domani, ma da lunedì i primi mezzi hanno cominciato ad arrivare e subito sono scattati i primi disagi. Proprio nel pomeriggio di lunedì, all’ora di punta, il mezzo con rimorchio di un giostraio si è fermato in panne sulla rampa di uscita dal casello. Frenato probabilmente dal suo stesso carico, è andato in panne nella salita del sottopasso che porta alla rotonda di Vetrego. Il traffico è andato in tilt, con intasamenti dal casello a via Porara. Per rimuoverlo c’è voluto l’intervento di Polizia Stradale e un mezzo speciale, immancabile la furia dei pendolari che sottolineano l’inadeguatezza di quel piccolo casello ad una tale portata di traffico. (g.pip.)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui