Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

 

DOLO. Paolo Esopi, (in foto) direttore del reparto di Ortopedia e Traumatologia dell’ospedale di Dolo, ha partecipato al 55° Congresso nazionale venezuelano di Ortopedia.

Il medico, che dirige il reparto dolese dal 2008, è intervenuto con un contributo che riguarda la tecnica della protesi d’anca e il trattamento delle fratture per trocanteriche (o borsite trocanterica) del femore, cioè dovute ad una infiammazione dei tendini. La relazione del primario di Ortopedia ha avuto l’obiettivo di divulgare nuovi sistemi di sostituzione protesica dell’anca che il dottor Esopi ha contribuito in questi anni a sviluppare. Il medico è stato impegnato anche “sul campo” visto che all’Hospital Coromoto di Maracaibo ha eseguito un intervento di protesizzazione all’anca su un paziente di 36 anni sofferente di coxartrosi (o artrosi dell’anca) post-traumatica.

(g.pir.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui