Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

BORBIAGO. I comitati hanno vinto, il sottopasso ciclopedonale sulla nuova Bretella di collegamento fra la brentana e la A4 si farà come chiesto dai residenti e dal comune di Mira. A comunicarlo al Comune è stato Veneto Strade in un incontro in cui è stata annunciata anche la fine dei cantieri entro l’anno. I lavori della bretella di collegamento della Regionale 11 con Oriago saranno completati entro l’anno e hanno comportato la chiusura al traffico di via Monte Sommo e via Valdarno, creando inevitabili problemi alla circolazione.

«Da qui», osserva l’assessore Claut, «la nostra richiesta di una accelerazione dell’intervento in atto, per arrivare al più presto alla riapertura di questa importante via di collegamento nord-sud del territorio comunale. L’ingegner Costantini di Veneto Strade ci ha informato che i lavori si concluderanno entro l’anno».

L’incontro è stato l’occasione anche per illustrare il progetto del sottopasso ciclabile sulla grande rotatoria tra Oriago e Borbiago, fortemente voluto dai cittadini, con petizioni e manifestazioni e per il quale Veneto Strade ha accolto la linea di percorso proposta dal Comune di Mira.

Alessandro Abbadir

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui