Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Dolo. Tagli nell’Asl 13, monta la protesta.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

22

set

2013

Comitati e associazioni si organizzano. Il 5 ottobre grande manifestazione a Dolo.

DOLO. Una manifestazione in programma il 5 ottobre in centro a Dolo assieme a volantinaggi e azioni di sensibilizzazione per difendere le strutture e i servizi dell’Asl 13. Questi sono le iniziative proposte da una quarantina di comitati, associazioni, gruppi consiliari, partiti e sindacati capitanati dal comitato “Bruno Marcato” per chiedere alla Regione di rivedere le schede ospedaliere e di prevedere investimenti per gli ospedali di Dolo e Mirano e alla direzione generale dell’Asl 13 perché non attui trasferimenti di reparti e servizi prima del completamento dell’iter del piano socio sanitario.

Entro la fine della prossima settimana infatti la V Commissione Regionale Sanità presenterà alla Giunta le proprie osservazioni alle schede ospedaliere con la Giunta che potrà accogliere o meno le stesse. La prima azione di protesta si terrà mercoledì con un volantinaggio davanti alla nuova entrata dell’ospedale di Dolo. Domenica prossima i membri del “Comitato Marcato” saranno presenti alla Giornata della Salute per sensibilizzare la popolazione. Il grande evento si terrà poi sabato 5 ottobre a Dolo quando sarà organizzata una grande manifestazione con corteo per la difesa dell’ospedale di Dolo e dell’Asl 13. Il percorso del corteo è in fase di definizione ma dovrebbe partire dal municipio ed arrivare nella zona del Foro Boario dopo aver percorso il centro storico.

«Non è accettabile destrutturare l’ospedale di Dolo», spiega Francesco Sacco (Comitato Marcato), «che è un punto di riferimento e una garanzia di salute per i cittadini della Riviera e di altri territori. Noi siamo contrari al progetto Dolo polo medico e Mirano polo chirurgico. Voglio ricordare che l’Asl 13 è virtuosa e ha ottenuto il pareggio di bilancio con la precedente amministrazione notante dal 1995 sia una delle Asl che riceve minori trasferimenti pro capite».

Il nuovo movimento “Pro Asl 13” lancia le sue proposte. «Al pari di Mirano, l’ospedale di Dolo deve rimanere “ospedale per acuti” con le sue strutture», prosegue Sacco, «ed assieme a Mirano deve essere mantenuto “ospedale di rete”. Per questo deve essere rilanciato con gli interventi di manutenzione sempre promessi e mai avviati. Da tre anni attendiamo i 22,5 milioni di euro previsti oltre all’inizio dei lavori per il nuovo pronto soccorso».

Nel frattempo sta continuando la petizione dell’associazione “Cuore Amico” nella sette piazze dei comuni del Miranese per protestare contro i tagli nel l’Asl 13.

Giacomo Piran

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui