Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

FIESSO D’ARTICO – La proposta di fusione tra Comuni lanciata dal sindaco di Fiesso Andrea Martellato, anche se vista da alcuni come prematura, ha però aperto una florida discussione all’interno dell’Unione dei Comuni “Città della Riviera del Brenta”.

A Fiesso si è svolto un incontro aperto a tutti i consiglieri comunali e assessori di Fiesso, Fossò, Dolo e Campagna Lupia dove si è discusso della nuova norma prevista dalla Regione per la riorganizzazione degli enti locali.

«L’incontro ha visto l’intervento come relatore di Paolo Fortin, direttore Unione dei Comuni», ha spiegato Federica Boscaro, presidente dell’Unione, «che ha illustrato i progetti previsti dalla Regione e ci ha presentato quali sono gli strumenti che vengono messi a disposizione degli enti locali per utilizzare al meglio le risorse».

Se non sarà subito fusione di sicuro saranno ampliati i servizi dell’Unione dei Comuni. «Bisogna inserire nuovi servizi», prosegue Boscaro, «stiamo discutendo per unificare servizi sociali, manutenzioni, protezione civile, edilizia scolastica».

(g.pir.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui