Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Il Comitato dei pendolari critica duramente i nuovi orari

QUARTO D’ALTINO – Si sta organizzando il comitato pendolari Quarto d’Altino, tratta Venezia-Trieste, dopo aver preso visione dei nuovi orari dei treni in vigore da dicembre. Tanto che sono state stampate delle locandine con tutti gli orari, in distribuzione ai pendolari, che stanno studiando ciascuno le proprie corse.

«Il treno delle 4.53 da Quarto per Venezia, attualmente esistente», spiega il portavoce dei pendolari, Luciano Ferro, «viene posticipato di 20 minuti, con arrivo a Venezia troppo tardi per chi lavora a Murano, così come per i turnisti dell’Ospedale civile. Come faranno queste persone? O chiedono un cambio dell’orario, oppure si trovano un altro lavoro, mi sembra che non ci sia molto da fare a questo punto. Poi c’è uno stacco dalle 11 del mattino fino alle 13 per la manutenzione. Il primo treno dopo il buco arriverà a Venezia alle 13.50, senza contare che metà corse giornaliere fermeranno a Mestre e non più a Venezia. È evidente che l’interesse maggiore è quello delle frecce, dei pendolari proprio non interessa un bel nulla a nessuno».

Precisa ancora: «Da Venezia per Quarto toglieranno le corse delle 00.21 e 00.36, che spariranno e metteranno l’ultima corsa alle 22.41, mentre l’attuale 21.26 da Venezia per Quarto, verrà posticipato e inserito diversamente più tardi, la notte insomma, non ci si muoverà più».

«Ci saranno nuovi buchi», si legge nel volantino, «da Venezia dalle 20.11 alle 22.11, che sono ben due ore, da Mestre dalle 20.25 alle 22.25, che diventano due ore e mezza nei giorni festivi la sera. Troppe corse al pomeriggio, in orari che non servono, saranno aggiunte corse nei giorni lavorativi, ma non il sabato e solo fino a Mestre».

Il comitato sta raccogliendo le segnalazioni dei pendolari di tutta la tratta, poi deciderà il da farsi.

Marta Artico

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui