Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Tutti contro la Treviso-Mare

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

29

set

2013

MEOLO-MUSILE – Fuoco incrociato di Pd e Movimento 5Stelle

Tutti contro le grandi opere e i “project financing”. «Sono opere private dove l’ente pubblico ci mette la faccia. E diventano un debito pubblico mascherato per pagare gli interessi agli imprenditori» ha tuonato don Albino Bizzotto, all’incontro organizzato dal Pd venerdì sera a Meolo, lanciando le due giornate di digiuno, in questo fine settimana e in diverse città del Veneto, per chiedere una moratoria sulle grandi opere e dire basta al project financing.

Applausi dei numerosi presenti e consensi dai relatori del Pd, il consigliere regionale Bruno Pigozzo, l’assessore sandonatese Francesca Zottis, l’onorevole e sindaco di Roncade Simonetta Rubinato, tutti da sempre contrari a quel project financing che da queste parti significa “Via del mare”, superstrada a pedaggio che collegherà il nuovo casello della A4 a Jesolo, sostituendosi all’attuale Treviso-mare.

«Meglio allargare a quattro corsie la Treviso-mare: meno costosa, meno impattante, libera da pedaggio, magari con lavori a stralci ma realizzati da enti pubblici», è stato ribadito con la ripresentazione del progetto dello studio Tepco, commissionato da Comuni e Province prima della “Via del mare”.

E le obiezioni sulla superstrada a pedaggio sono state sollevate anche a Musile, nella seduta consiliare di ieri mattina, da Osvaldo Biancon di Movimento 5Stelle, che ha chiesto la sospensione del bando per l’affidamento del progetto, scaduto il 20 settembre scorso, mentre Giuseppe Cassarà del Pd ha prefigurato un aumento di traffico nel territorio comunale a causa degli automobilisti che non vorranno pagare il pedaggio.

«Non ci sono elementi che richiedano una sospensione dell’iter» ha tagliato corto il sindaco Forcolin. Il pedaggio? «Al ponte di barche di Caposile – ha aggiunto – da quando è stato introdotto il ticket non c’è stata alcuna diminuzione del traffico».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui