Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

I risultati dei questionari nei 17 Comuni dell’Asl 13.

Uno su 10 è obeso. Una marcia per spronare i pigri.

DOLO – Sono stati presentati in occasione della giornata della salute i dati dell’indagine “Passi” dell’Asl 13. L’indagine, che ha coinvolto 550 persone intervistate, ha l’obiettivo di monitorare l’evoluzione dei fattori di rischio e dei comportamenti favorevoli per la salute della popolazione tra i 18 e i 69 anni, sia maschile che femminile, in maniera da sapere come e dove agire per migliorare i modelli e proporre una vita effettivamente più salubre.

Il questionario poneva domande sull’attività fisica, sull’abitudine al fumo, sull’alimentazione e sul consumo di alcool. Dall’indagine emerge che il 31 per cento degli intervistati fa attività fisica, il 44 per cento è poco attivo e il 25 per cento è sedentario.

Nell’Asl 13 sono stimati 41 mila persone che fumano, 7440 sono i forti fumatori, mentre fuma un giovane su tre tra i 18 e 34 anni.

Per quanto riguarda l’alimentazione il 56 per cento ha un peso regolare, il 33 per cento è sovrappeso e l’11 per cento è obeso.

La popolazione dell’Asl 13 mangia abbastanza bene visto che la metà degli intervistati consuma giornalmente almeno tre pozioni di frutta e verdura, mentre il 12 per cento dalle cinque porzioni in su che sarebbe la razione consigliata.

Sul consumo di alcool il 44 per cento degli intervistati è a rischio moderato (fino a due unità di bevanda alcolica al giorno), il 32 per cento è astemio mentre il 24 per cento è ad alto rischio (forti bevitori, bevitori fuori pasto e bevitori binge cioè almeno quattro unità di bevanda alcolica in un’unica occasione).

La giornata della salute, che si è svolta domenica, vuole sensibilizzare la popolazione ad un corretto stile di vita basato sull’attività fisica e su una sana alimentazione. Si è svolta infatti una marcia non competitiva di 8, 13 e 31 chilometri, e di una biciclettata di 55 chilometri. Testimonial dell’evento è stata Patrizia Mangione, direttore amministrativo dell’Asl 13, che ha corso la marcia di 31 chilometri. Erano presenti anche gli operatori dell’Asl 13 che hanno svolto gratuitamente 500 controlli della glicemia, 200 spirometrie, 160 misurazioni nutrizionali e 350 misurazioni della pressione arteriosa. Un’offerta che ha spinto molti a sottoporsi agli esami, ma che è convenuta anche all’Asl visto che si potranno così prevenire malattie latenti e migliorare i comportamenti a rischio.

(g.pir.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui