Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – Del tutto negativo il giudizio degli esponenti del Pd veneziano sull’approvazione delle schede ospedaliere regionale per quanto riguarda l’Usl 13.

Il consigliere provinciale Gabriele Scaramuzza ed i consiglieri regionali Bruno Pigozzo e Giampietro Marchese l’hanno ribadito ieri in un incontro promosso dalla sede dolese del partito: «Non è stato tenuto conto dei fabbisogni del territorio – ha osservato Scaramuzza – C’è un indebolimento complessivo dell’azienda 13 che perde alcune eccellenze ed ha uno squilibrio dei servizi.»

«Per Dolo abbiamo ottenuto due buoni risultati – ha osservato Pigozzo – il riconoscimento della week surgery chirurgica, i 20 posti letto e il primariato di Recupero e Riabilitazione Funzionale. Sono comunque risultati insufficienti rispetto alla necessità complessive».

Marchese ha ribadito: «Il giudizio complessivo è negativo perchè non emerge l’ottimizzazione dei costi e non si ottiene l’implementazione dei servizi nel territorio. Chiediamo che rimanga il modello integrale senza essere modificato».

(L.Per.)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui