Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MIRANO – «Chiediamo al governatore Zaia e all’assessore Coletto di revocare la nomina di Gino Gumirato come direttore dell’Ulss 13, disponendo il commissariamento della stessa Ulss».

La mossa è di Pietrangelo Pettenò, consigliere regionale della Federazione della Sinistra, che attacca:

«Per mesi Gumirato ha appoggiato la linea della Regione sulla chiusura di Cardiochirurgia a Mirano, ma il direttore avrebbe dovuto difendere una tale eccellenza e ascoltare i cittadini anziché assecondare le decisioni dei politici di turno».

(g.pip.)

 

CAMPAGNA LUPIA – Sanità, opposizione contro il sindaco: «Grave l’assenza alla manifestazione»

CAMPAGNA LUPIA – Opposizione all’attacco: «Il sindaco pare d’accordo coi tagli all’ospedale».

Francesca Bressanin, consigliere d’opposizione di “Impegno e solidarietà” critica il primo cittadino, Fabio Livieri, per la sua assenza alla manifestazione organizzata dal comitato Marcato per chiedere la modifica delle schede ospedaliere e bloccare i tagli previsti.

«Hanno aderito anche i sindaci della Riviera – dice Bressanin – Grande assente il sindaco di Campagna la cui posizione rispetto ai tagli alla sanità è già nota».

Per l’opposizione il comportamento del sindaco è stato grave. «Troviamo davvero incomprensibile – dice Bressanin – la posizione del sindaco. Quello della sanità è un tema che ha bisogno, più di altri, che vi sia una forte azione politica unitaria di tutti i sindaci coinvolti, a prescindere del colore politico. Livieri, invece, sembra essere d’accordo sui tagli e si rivolge ai cittadini che protestano come a persone incapaci di adattarsi ai cambiamenti».

(E.Com.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui