Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Spinea “Troppi morti, serve il sottopasso”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

15

ott

2013

SPINEA – Bonaventura: «È un’opera fondamentale che il quartiere attende da anni»

Via della Costituzione, appello a Veneto Strade del consigliere delegato dopo i due incidenti

DELEGATO ALLE OPERE DEL PASSANTE «Due morti in una settimana sono troppi»

Il consigliere delegato Adriano Bonaventura: «Il sottopasso ciclopedonale alla rotonda della Fossa non può subire ulteriori ritardi»

SPINEA «Il sottopasso ciclopedonale alla rotonda della Fossa non può subire ulteriori ritardi. Due morti in una settimana sono davvero troppi».

Il consigliere delegato alle opere del passante, Adriano Bonaventura, torna a far sentire la propria voce sulla realizzazione del sottopasso lungo via della Costituzione, teatro negli ultimi giorni di ben due incidenti mortali.

«Quest’opera rientra tra le priorità espresse dai cittadini e confermate da Veneto Strade nella Conferenza dei servizi del luglio scorso – ricorda Bonaventura – Si tratta di un’opera fondamentale che il quartiere attende da anni e che, con l’allargamento della strada provinciale, diventa prioritaria per l’attraversamento in sicurezza del tratto. Un tratto nevralgico, perché permette di attraversare in sicurezza la camionabile nel collegamento tra via Roma e Mirano».

Il progetto prevede la realizzazione di un sottopasso ciclo-pedonale di collegamento fra Spinea est e Spinea ovest, sotto via Costituzione, evitando così un attraversamento pericoloso per i numerosi giovani ed anziani che vi transitano. Attualmente la pista esiste già, ma si interrompe all’altezza della rotonda. L’appello (l’ennesimo) di Bonaventura arriva a pochi giorni dalle due tragedie che hanno colpito Spinea fra giovedì e sabato scorso, con due schianti avvenuti a poche decine di metri l’uno dall’altro, sempre lungo la camionabile. Giovedì, poco dopo le 19, è morto il 72enne Leone Giacomin, travolto da due automobili mentre stava camminando lungo il ciglio della strada. Neanche 48 ore dopo stessa sorte per il centauro Fabio Serena, schiantatosi attorno alle 16 di sabato contro una Fiat Panda che stava svoltando a sinistra per immettersi nel distributore di metano. In entrambi i casi il decesso è stato immediato.

Strada stretta e trafficata, via della Costituzione è da mesi al centro delle polemiche, con i residenti che hanno più volte denunciato la pericolosità dei cantieri per l’allargamento della via. Intanto il sindaco Silvano Checchin ha già preso contatti con Veneto Strade per concludere, quanto prima, gli atti amministrativi necessari all’avvio dei lavori: la speranza è che l’ennesima sollecitazione vada finalmente a buon fine.

Damiano Corò

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui