Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

A RISCHIO – Villa Massari a Dolo

DOLO – Monito del consigliere Fattoretto

DOLO – Villa Massari rischia la vendita, il consigliere comunale della Lega Nord Giovanni Fattoretto lancia una proposta sull’utilizzo dell’edificio dell’ospedale dolese.

«C’è il pericolo della cessione di Villa Massari, la parte vecchia dell’ospedale di Dolo, e nessuno si è mai interessato per una sua riqualificazione e per scongiurarne la vendita. Si voglia prendere da esempio l’encomiabile opera di riqualificazione e recupero attuata all’ospedale Busonera di Padova, addirittura divenuto centro regionale, e si applichino gli stessi principi anche per Villa Massari, includendo anche altri servizi sparsi sul territorio come un distretto sanitario e i servizi veterinari attualmente situati in locali in affitto a Mirano».

Il consigliere ammonisce: «Nella deprecabile ipotesi che si proceda alla vendita, si rispettino gli intenti della delibera del ulss 13 numero 186 del 12 marzo, nella quale è stabilito “vincolare il ricavo delle alienazioni degli immobili per la futura realizzazione del previsto ampliamento del monoblocco di Dolo”.

Come si può capire è un impegno inequivocabile che riserva i ricavi della vendita per la nuova edificazione di una struttura all’interno del ospedale di Dolo anche allo scopo di conservare a Dolo i circa 200 posti di lavoro attualmente presenti nel complesso di Villa Massari e ridando finalmente una volta per tutte a Dolo il ruolo di centralità a cui spetta, quale centro mandamentale della Riviera del Brenta»

(L.Per.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui