Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

«Chi ha pagato le spese della Coppa America? Cosa ha dato il Comune alle aziende in cambio di quei soldi?».

Il comitato per la restituzione dell’Arsenale alla città chiama in causa il Comune e il sindaco Giorgio Orsoni.

«Ci vuole più trasparenza», scrivono in un comunicato, «l’Arsenale appartiene adesso al Comune e dunque ai cittadini, e ogni passaggio deve avvenire con la massima trasparenza e nel rispetto delle indicazioni espresse dai comitati che da anni si battono per il ritorno dell’Arsenale alla città».

Quanto alla Coppa America, ospitata nel 2012 all’Arsenale, il comitato ricorda che il comitato Vivere Venezia, presieduto dal sindaco e composto da Tethis, Mantovani, Condotte, Grandi Lavori Fincosit e Est Capital ha versato 125 mila euro alla società Difesa e Servizi del ministero della Difesa per l’apertura del complesso monumentale in occasione dell’America’s cup.

«Sono quasi tutte, a parte Est Capital legata al progetto dell’ex Ospedale al Mare, imprese legate al Consorzio Venezia Nuova e al Mose, in parte coinvolte in recenti inchieste giudiziarie. Anche su questi legami chiediamo chiarezza».

(a.v.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui