Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Rivoluzione nella raccolta differenziata per i Comuni di Camponogara, Campagna Lupia, Campologno Magiore, Fossò e Vigonovo.

Dal primo gennaio 2014 entra in vigore il nuovo piano di raccolta rifiuti. Tale piano vorrebbe valorizzazione la porzione riciclata, ridurre il rifiuto urbano, condurre ad una maggiore separazione dello stesso.

«Già è partito a Fossò – dice il sindaco di Camponogara, Giampietro Menin – Vigonovo ha già approvato il progetto, per Camponogara ci sono alcune piccole modifiche in merito alla tipologia dei contenitori da utilizzare. Non ci saranno più i contenitori che obbligano l’operatore allo scarico, ma saranno carellati».

L’obiettivo è anche quello di ridurre il numero dei passaggi per aumentare la percentuale della raccolta differenziata.

«Oggi siamo al 68 per cento, si punta al 75 per cento. Dall’attuale costo di 85,84 per abitante, passeremo a 82 euro», dice Menin. Questa riorganizzazione vuole ridurre anche l’abbandono di rifiuti. Il costo della tariffa per ogni famiglia, e questa è la grande novità, verrà applicata in base all’effettivo svuotamento del proprio contenitore. Ci saranno solo contenitori da 120 litri con raccolta del secco settimanalmente, carta ogni 2 settimane, vetro ogni 4 settimane, plastica ogni 2 settimane, umido due volte la settimana, verde una volta la settimana da marzo a novembre, mensilmente da dicembre a febbraio. Verrà consegnata una tessera badge per l’utilizzo dell’ecocentro ed ecomobile oltre ad altri servizi. I contenitori saranno dotati di transponder al fine di calcolare la tariffa in base agli effettivi svuotamenti.

Il consigliere d’opposizione di «Civica Camponogara», Denis Compagno, vanno date garanzie sulla continuazione del servizio di ecomobile, la tariffazione a consumo effettivo andrebbe rivista per non determinare aumenti e la spinta ad abbandonare i rifiuti con lo scopo di non pagare la raccolta.

Per Rosalia Tassetto, opposizione Sel, e Elisa Vigolo, opposizione Lega, l’aumento del riciclato da parte dei cittadini di Camponogara non ha determinato una riduzione di tariffazione in questi anni, Camponogara ha ben operato senza ricevere alcun vantaggio.

Emanuele Compagno

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui