Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Mira. Il nuovo Pat “porta a porta”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

5

nov

2013

MIRA – Il sindaco: «È una proposta di lavoro pluriennale nel segno della tutela del territorio»

Al via oggi gli incontri nei quartieri per illustrare le novità dello strumento urbanistico

MIRA – Il nuovo Pat: bocciata una nuova zona commerciale, direzionale e produttiva lungo la Romea si punta invece alla riqualificazione paesaggistica dell’area e a nuovi sottopassi a Malcontenta, a Giare, in via Bastie e via Bastiette. Queste alcune delle proposte inserite nel Piano di assetto del territorio che verrà presentato in questi giorni alla cittadinanza.

Si inizia oggi: alle 18.15, nella sala S. Ilario di Malcontenta si tiene il primo degli incontri sul Pat; il secondo giovedì 7 novembre alle 18.15 nella sala parrocchiale di Gambarare e poi altri nelle altre frazioni di Mira.

«L’obiettivo – ha spiegato il sindaco Alvise Maniero – è di illustrare le linee programmatiche ai cittadini e di raccogliere indicazioni utili a definire le azioni di intervento nei diversi centri urbani. Ciò che presentiamo è una prospettiva di lavoro pluriennale, con interventi possibili a breve e altri che richiederanno anni e precise programmazioni. Importante è comunque definire la linea di comportamento che è la tutela, il recupero e la riqualificazione del territorio, abbandonando progetti faraonici di espansione edilizia».

Nel nuovo Pat, già illustrato in consiglio comunale, si prevede la riqualificazione paesaggistica dell’area lungo la Romea. In particolare l’amministrazione intende sostituire con un sottopasso il ponte che ora attraversa il Brenta vicino a villa Malcontenta, per restituire il naturale contesto al complesso palladiano e mettere in sicurezza i collegamenti tra le aree poste a sud e a nord della Romea attraverso sottopassi in via Giare, via Bastie, via Bastiette.

Bocciata anche l’ipotesi di completamento dell’idrovia prevedendo invece di destinare le aree vincolate ad attività legate al tempo libero e alla valorizzazione ambientale.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui