Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

SCORZÈ – «Le polveri sottili soffocano scuole, case, negozi e uffici di Scorzè , paese dove il traffico non conosce crisi e che rimane soffocato e paralizzato da smog e code di automezzi».

In un comunicato i capigruppo delle opposizioni Giannina Manente (Pd), Maurizio Civiero (Lista Civica) e Gennato Piscopo (Idv) criticano i dieci anni di governo Caverzan-Mestriner accusandoli di immobilismo sulla viabilità e di aver distrutto lavoro di chi li aveva preceduti.

«Dappertutto il traffico è in calo, la crisi morde, si gira di meno, le auto e i camion diminuiscono – scrivono in un comunicato – Dappertutto ma non a Scorzè, dove, invece, le code automobilistiche si allungano sempre di più arrivando, nelle ore di punta, ben fuori dal centro lungo tutte le strade, non se ne salva una».

La causa di tutto ciò sarebbero la mancata circonvallazione a sud di Scorzè che, pronta e finanziata da più di dieci anni, doveva portare il traffico sul Drizzagno e il mancato collegamento tra l’incrocio della Crosarona e la rotonda che incrocerà Via Milano e la 515 . Opere, che secondo le opposizioni, avrebbero potuto essere già realizzate liberando dal traffico il centro che invece verrà intasato ancor più con il traffico proveniente dalla Noalese, da via Volta e dalla Castellana e l’apertura del casello nel 2014 a Cappella.

«Il Pd di Scorzè cerca di farsi perdonare le colpe delle precedenti legislature – ribatte il sindaco Giovanni Battista Mestriner – Sono quattro anni che stiamo cercando di rimediare agli errori della giunta Centomo. Vedi quello di accettare che la circonvallazione sud passasse per via Milano. Inoltre siamo in ritardo per l’attivismo del consigliere regionale Pd Bruno Pigozzo e del sindaco Pd di Salzano che hanno cercato di bloccare le soluzioni della nuova viabilità con il ricorso che poi è stato respinto al Tar».

(R.Fav.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui