Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

MERCATO IMMOBILIARE – I dati dell’Agenzia del territorio provinciale

Lieve calo delle compravendite di abitazioni a Venezia, che tiene rispetto all’andamento regionale. La flessione è leggera e risulta essere in linea con il mercato. Ma in controtendenza c’è il Lido, che dà i maggiori segnali di vitalità con un indice in crescita inatteso. Rispetto ai primi mesi del 2012, quest’anno il mercato attesta una flessione del 2% per le compravendite. In particolare, sono state 995 le unità immobiliari scambiate negli ultimi sei mesi di quest’anno nel capoluogo lagunare. La fonte di questi dati, calcolati sulla base delle quote di proprietà (Ntn, numero di transazioni normalizzate), è lo studio pubblicato ieri dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, in collaborazione con l’Ufficio Provinciale di Venezia – Territorio. Il calo è maggiore per l’intero mercato regionale che, se confrontato con il semestre dell’anno precedente, ha subito una diminuzione degli scambi del -12%, equivalente a 16.325 Ntn; dato leggermente superiore a quello nazionale di settore (-11,6%). A sorprendere ma non a stonare con la tendenza generale sono le compravendite finalizzate al Lido di Venezia che aumentano del 28% con 65 transazioni normalizzate concluse nel primo semestre del 2013. Il dato più negativo lo registrano invece le isole minori, cioè Burano e Murano con una diminuzione delle compravendite del 10%.

Per quanto riguarda la provincia di Venezia, nel 2° semestre 2012 le compravendite complessive, di unità immobiliari a destinazione abitativa sono state 3.477, di cui il 71,41% ubicate nella provincia. Analizzando i dati dal 2004, si evidenzia un arretramento significativo del mercato residenziale abitativo provinciale a partire dal 1° semestre 2007: rispetto a tale semestre, il mercato delle abitazioni provinciali ha perduto oltre la metà delle compravendite (-54,8%).
Quotazioni. Se si analizza l’andamento dei prezzi nominali delle abitazioni, tra il 1° semestre 2013 ed il 2° semestre 2012, si osserva come, nonostante la contrazione delle compravendite, si sia rilevata solo una leggera diminuzione delle quotazioni medie residenziali.

Raffaele Rosa

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui