Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

MIRA – Lettere in ritardo, centinaia di euro di bollette che arrivano tutte insieme, mancati recapiti.

«Disagi ormai all’ordine del giorno per il servizio postale di Mira – dichiara il capogruppo di Mira Fuori del Comune, Mattia Donadel – A Mira insomma la posta non gira per davvero e a nulla valgono le proteste dei cittadini per una situazione che ormai è diventata insostenibile».

Secondo Donadel i risultati erano prevedibili considerando che i portalettere in servizio a Mira sono stati ridotti da 18 a 14 unità, rispetto alle 21 presenti solo 2 due anni fa e su un territorio comunale di circa 100 chilometri quadrati.

«Pesante è diventata la situazione anche per i “postini” rimasti in servizio – denuncia Donadel – che per coprire le stesse zone ora sono sottoposti a ritmi più stressanti e a maggiori rischi. Insomma assoggettare la logica del servizio a criteri di “opportunità economica” sono scelte che dovrebbero mettere in allarme non solo cittadini e lavoratori, ma anche Sindaci e amministratori».

( L.Gia.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui