Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

LA PROPOSTA DEL SINDACO GOTTARDO

DOLO – Si è conclusa con successo la manifestazione Stop Orte-Mestre by Bike, promossa da Opzione Zero e dalla rete nazionale “Stop Or-Me”.

E, intanto, arriva la presa di posizione del sindaco di Dolo Maria Maddalena Gottardo: «La nuova autostrada si fermi a Cavarzere all’altezza della Nogara – Mare, per poi entrare sull’A13». Insomma, per il sindaco di Dolo è un no alla Romea Commerciale in Riviera del Brenta, sia a Villabona (soluzione per la quale pareva optasse) che a Roncoduro.

Intanto i comitati ripercorrono il successo dell’iniziativa: «Partita venerdì scorso da Mestre», spiega per i partecipanti Mattia Donadel, « la carovana è arrivata domenica a Orte: 500 chilometri in bicicletta in tre giorni lungo il tracciato della Nuova Romea. Una prova durissima per dire no alla nuova autostrada. La staffetta si è arricchita lungo il percorso di attivisti di comitati e associazioni presenti nei territori aderenti alla Rete nazionale, che in questi giorni ha visto aumentare di molto le adesioni, arrivate a oltre 70». Al passaggio dei dieci ciclisti e dei due camper di appoggio, la carovana è stata ricevuta da presidi organizzati (le tappe più significative a Codevigo, Cavarzere, Comacchio, Ravenna, Cesena, Umbertide, Perugia, Terni, Orte). Ma non solo. Ci sono state anche accoglienze spontanee , come a Città di Castello.

«Tutti i sindaci della Riviera e quello di Codevigo», conclude Donadel, «hanno sottolineato perplessità al tracciato e sull’opera».

Maria Maddalena Gottardo precisa: «Sarebbe da amministratori miopi non osservare il calo di traffico dovuto alla crisi degli ultimi cinque anni. Per questo, visto anche che l’innesto deve essere ancora definito a livello progettuale, la migliore soluzione sarebbe di fermare l’opera a Cavarzere».

(a. ab.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui