Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

PAESE – La giunta contro il conferimento di amianto in discarica

SPRESIANO – Il gruppo Mosole ci sta lavorando da tre anni e il progetto ha già il parere favorevole di Comune e Usl 9

La giunta Pietrobon va al Tar per aiutare la Provincia a contrastare il ricorso presentato dal gruppo Mosole. L’obiettivo del Comune è quello di scongiurare il rischio che i giudici decidano di annullare il provvedimento con il quale il consiglio del Sant’Artemio ha detto di no al conferimento nella discarica Terra di altri 460mila metri cubi di rifiuti contenenti amianto. Perché se da una parte è vero che l’industria della ghiaia intende tentare tutte le strade possibili, dall’altra è altrettanto vero che a villa La Quiete non ne possono più di discariche e cave.

Il primo cittadino è sul piede di guerra. Così come gli oltre 7.400 cittadini che hanno firmato la petizione contro il progetto del gruppo Mosole. Anche se un termine non rispettato potrebbe togliere le castagne dal fuoco tanto alla Provincia quanto al Comune. Il gruppo Mosole, infatti, ha presentato il ricorso all’inizio di dicembre. Mentre secondo Andrea Zanoni, eurodeputato del Pd, questo doveva arrivare al massimo entro il 16 novembre, cioè sessanta giorni dopo la pubblicazione della delibera del Sant’Artemio.

Ora toccherà alla giustizia amministrativa fare chiarezza una volta per tutte e, tra le altre cose, specificare se l’azienda è arrivata fuori tempo massimo.

Mauro Favaro

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui