Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

 

Gli ambientalisti contro il progetto che prevede il passaggio dal canale di Contorta: «Incompatibile con la salvaguardia della laguna»

VENEZIA – Il comitato “No Grandi Navi – Laguna Bene Comune” ha inviato alla Commissione Europea un ricorso per costringere l’Italia al rispetto delle normative ambientali. Questo perchè gli ambientalisti ritengono «scorretta e illegittima la procedura avviata dal Governo e dalla Direzione Marittima di Venezia dopo la riunione del 5 novembre 2013 sul crocerismo a Venezia che mira a sottoporre a Valutazione di Impatto Ambientale il solo progetto dello scavo del Canale Contorta Sant’Angelo». Lo ha reso noto in un comunicato, lo stesso comitato. «Il Comitato – prosegue la nota – ritiene comunque inaccettabili tutti gli scenari che prevedono il mantenimento delle grandi navi all’interno della laguna (Contorta, Marghera, retro Giudecca) ed è certo che a causa delle obiettive criticità connesse al modello croceristico oggi imperante una Vas condotta correttamente non potrà che concludersi con l’estromissione delle navi incompatibili dalla laguna».

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui