Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Spinea. Piano energetico, risparmi in vista.

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

24

gen

2014

Nuovi punti luce e meno spreco. Un investimento da 57mila euro

SPINEA – Il Comune presenta il Piano dell’illuminazione in città finalizzato al contenimento dell’inquinamento luminoso. Pronti 57.800 euro di investimento per i prossimi anni: serviranno a sostituire e modificare i 3.560 punti luci presenti in città, lungo 115 chilometri di strade e piazze e che producono un consumo di energia elettrica pari a 1.735 megawatt/ora l’anno. Una spesa che sarà in gran parte recuperata nei primi quattro anni, grazie all’importante risparmio energetico atteso, che si prevede sarà nell’ordine dei 69,47 megawatt/ora, per 14.300 euro di fondi spesi in meno ogni anno.

Il Comune ha previsto soprattutto la sostituzione dei punti luce esistenti con moderne lampade a vapori di mercurio. Saranno in tutto 289, dislocate nel territorio comunale.

Successivamente la “fase 2” prevede l’adeguamento delle lampade non conformi per geometria o conformazione al miglior rapporto consumo-resa: 259.200 euro verranno spesi in pratica per lavori di sostituzione o adeguamento delle armature dei lampioni.

Il terzo e ultimo intervento prevede infine l’adeguamento dell’alimentazione elettrica dei circuiti e sui quadri elettrici di comando: quindi manutenzione delle fotocellule, installazione di interruttori orari digitali, sostituzione delle parti danneggiate.

Anche i privati però dovranno fare la loro parte: il Comune ha infatti previsto di modificare il regolamento edilizio con l’inserimento di un nuovo articolo che prevede certificazioni da parte del progettista, del produttore e del direttore dei lavori all’interno della richiesta di agibilità.

L’obiettivo è ridurre l’inquinamento luminoso di Spinea e, di conseguenza, anche i consumi energetici, con vantaggi per l’ambiente ma anche per le tasche dei cittadini.

(f.d.g.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui