Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

MOGLIANO. Azzolini stralcia i diritti edificatori del vecchio prg: nel nuovo Pat passa una cura dimagrante di 200mila metri cubi. Ma il blitz in consiglio comunale del primo cittadino non piace a tutti, e Forza Italia esce dall’aula. Sullo sfondo dell’approvazione del nuovo Piano di Assetto del Territorio, in consiglio comunale continuano a tenere banco le divisioni interne alla maggioranza.

polemica in consiglio a Mogliano

Giovedì sera è stato adottato il nuovo Piano di assetto del territorio: ma la versione finale approvata dai consiglieri non è quella originale.

Con una mossa a sorpresa il sindaco Giovanni Azzolini ha modificato all’ultimo momento il piano predisposto dagli uffici e dal suo vice Giannino Boarina, assessore all’urbanistica. Il suo maxi emendamento potrebbe far saltare a breve circa una sessantina di nuove lottizzazioni previste in città, ma rimaste al palo negli ultimi anni: «Sono l’unico sindaco che ha tolto metri cubi», commenta trionfale Azzolini, «basta alle lottizzazioni degli amici degli amici. In molte casi si tratta solo di giochi speculativi».

Azzolini ha deciso di cancellare tutte quelle lottizzazioni (aree di tipo C2 e C1) per cui fino ad oggi non sono mai stati presentati i progetti. «Chi ha avuto trent’anni per costruire e non l’ha fatto, con l’approvazione del Pat, perderà il diritto ad edificare», spiega il sindaco.

L’approdo di questo documento in consiglio comunale è stato però anticipato da forti perplessità da parte delle associazioni di quartiere.

Pesanti critiche sono state espresse anche durante il dibattito in consiglio comunale da Alberto Vianini della lista Giovani.

(m.m.)

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui