Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

OGGI L’INCONTRO

MIRANO – Un nuovo importante passo verso l’Unione dei Comuni del Miranese. Questa mattina alle 10 i sindaci illustreranno i dettagli del progetto all’assessore regionale al Bilancio, Roberto Ciambetti, e al dirigente regionale che si occupa degli enti locali, Maurizio Gasparin. L’incontro si terrà alla sala-conferenza della corte di Villa Errera a Mirano, sono stati invitati pure assessori e consiglieri dei sei Comuni coinvolti: Mirano, Spinea, Noale, Santa Maria di Sala, Martellago e Salzano. Resta fuori il Comune di Scorzé, con il sindaco Giovanni Battista Mestriner che non ha mai nascosto le proprie rimostranze su questo progetto, mentre sta alla finestra Pianiga.

«Questo incontro sarà l’occasione propizia per dimostrare la volontà politica delle amministrazioni di avviare l’Unione dei Comuni nel corso del primo semestre del 2014» si legge nel documento inviato poche settimane fa alla Regione.

I sindaci portano avanti questo progetto da mesi, ora siamo arrivati alla fase conclusiva: il tempo stringe visto che Noale e Spinea stanno per andare al voto, entro il mese di marzo il progetto dell’Unione approderà in tutti i consigli comunali per l’approvazione.

I servizi unificati saranno quattro: sicuramente si accorperanno Risorse Umane, Protezione Civile e Polizia Locale (il comando unico sarà situato nello splendido contesto di Villa Belvedere a Mirano), per il quarto servizio da unificare bisogna ancora decidere tra Politiche Sociali e Politiche Giovanili. Oggi se ne saprà di più.

(g.pip.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui