Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

RIVIERA DEL BRENTA

Fuori uso una delle pompe idrovore in servizio sul Lusore

I Vigili del fuoco e la Protezione civile evitano il peggio

Notte di paura tra sabato e domenica in via Ghebba a Oriago all’altezza del canale Lusore: una delle due pompe idrovore non è partita e dalle 3 del mattino l’acqua ha cominciato a minacciare le abitazioni allagando alcuni scantinati e garage. Vigili del Fuoco e Protezione civile di Mira hanno lavorato fino al primo pomeriggio di ieri a Oriago per mettere in sicurezza la zona.

«Purtroppo entrambe le due pompe fisse presenti sul canale Lusore all’altezza di via Lusore nell’incrocio con via Ghebba necessitano di un intervento importante di potenziamento – ha spiegato il sindaco Alvise Maniero – ma in questa occasione lo stato di allerta era ordinario e non ci aspettavamo che in quella particolare zona ci fosse una situazione particolarmente critica».

Tutto è accaduto l’altra notte quando una delle due pompe non è partita e il Lusore ha iniziato a oltrepassare i limiti di guardia. L’acqua ha minacciato le abitazioni nella zona fino a via Liguria allagando alcuni garage e scantinati. Sul posto sono intervenuti subito i Vigili del Fuoco e i volontari della Protezione Civile di Mira.

«Il livello del Lusore era molto alto – ha raccontato Franco Favero coordinatore della Protezione Civile – molto di più che in altre occasioni, abbiamo installato le nostre pompe mobili, seppur con portata minore rispetto a quella che non era partita, mentre i vigili del Fuoco contribuivano ad installare delle paratie per arginare l’acqua che minacciava alcune abitazioni. La situazione è tornata normale sono le primo pomeriggio di ieri quando i vigili del Fuoco hanno installato una pompa con capacità più elevata. Per il resto a parte qualche segnalazione attorno alla zona della Bretella Benckiser non abbiamo registrato situazioni di particolare emergenza».

Non è la prima volta che la situazione in via Ghebba a Oriago precipita proprio a causa del canale Lusore, a inizio febbraio in piena emergenza alcuni ignoti hanno rubato anche le manichette delle idrovore contribuendo ad aggravare lo stato di crisi.

«Grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco e della Protezione civile l’emergenza è rientrata – ha ammesso il sindaco Maniero – resta però il problema di recuperare i fondi, almeno 40mila euro, per un potenziamento radicale delle pompe sul canale Lusore, come è stato fatto qualche mese fa nel canale Serraglio e sistemare la criticità attorno a via Ghebba».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui