Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

CHIOGGIA – Non si farà la presentazione pubblica dello studio di fattibilità della ferrovia Chioggia Padova, prevista per il 21 marzo in municipio. Lo annuncia l’avvocato Giuseppe Boscolo Gioachina il presidente del Comitato che sostiene il progetto in questione.

«Il settore Infrastrutture della Regione», dice Boscolo, «ci ha comunicato che, su disposizioni superiori, l’impegno già preso, non potrà essere mantenuto perché la presentazione potrebbe avvenire solo avendo come unico interlocutore un ente pubblico».

Nei giorni scorsi Boscolo aveva polemizzato con l’assessore regionale alle Infrastrutture Renato Chisso, il quale aveva sostenuto che la tratta ferroviaria era troppo costosa (un miliardo) per essere realizzata. Boscolo aveva ribattuto che proprio lo studio di fattibilità della Regione indicava un costo dimezzato e un rientro, in biglietti venduti, del 50% dei costi.

Ora Boscolo rilancia: «Chisso, in preda al panico non vuol sostenere il confronto pubblico. Oppure non ha rispetto per Chioggia».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui