Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

 

Un’enorme crepa orizzontale si è formata a Vigonovo dopo le ultime piogge

VIGONOVO – Le ultime abbondanti piogge che hanno colpito la Riviera hanno danneggiato anche le rive dei corsi d’acqua. La segnalazione è stata fatta da Andrea Danieletto, consigliere comunale di Vigonovo del “Movimento Cinque Stelle”, che nella pagina “Segnalazioni nel territorio di Vigonovo” presente sul blog grillino e nella sua pagina Facebook, ha pubblicato la foto di una lunga crepa orizzontale apertasi lungo l’argine del Naviglio Brenta. La zona interessa è sull’argine destro del corso d’acqua nella zona in comune di Vigonovo conosciuta come “Giudecca” che si trova al confine con il comune di Stra e nei pressi delle chiuse con il fiume Brenta. La crepa è lunga oltre venti metri e prosegue orizzontale rispetto al corso d’acqua.

«I residenti sono molto preoccupati per la situazione – dice Danieletto – la crepa è molto lunga e anche a livello dell’acqua i pali posizionati per sostenere la riva devono essere sostituiti. Io ho allertato l’assessore all’ambiente che mi ha detto di aver avvisato il Genio Civile che è competente sulla zona. Ci aspettiamo un intervento immediato».

Il consigliere ha poi segnalato, con tanto di foto, i problemi di via Pellico a Vigonovo e via Pascoli a Galta che anche nello scorso fine settimana sono andate sott’acqua.

«Queste zone ormai da tempo vengono allagate a ogni acquazzone – dice Danieletto – via Pellico è anche piena di buche e poco illuminata. Per me la soluzione migliore per la salvaguardia idraulica è completare l’Idrovia Padova-Venezia».

Giacomo Piran

link articolo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui