Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MIRANO – «Destinare subito quattro milioni di euro al Comune di Mirano, per consentire la realizzazione delle opere complementari al Passante». La questione è nota da anni, ora torna d’attualità: il consigliere regionale Bruno Pigozzo (Pd) giovedì ha presentato un emendamento al bilancio regionale 2014 chiedendo alla giunta Zaia di destinare al Comune di Mirano almeno una prima tranche dei 19 milioni di euro pattuiti con l’accordo di programma relativo al Passante di Mestre.

Per realizzare rotatorie, piste ciclabili e altre opere stradali chieste a gran voce dai cittadini, l’amministrazione Pavanello attende da tempo lo stanziamento di quei soldi da parte della Regione. In questi giorni i consiglieri stanno discutendo proprio il bilancio 2014 in vista dell’imminente approvazione, Pigozzo chiede che vengano previsti almeno quattro milioni per Mirano.

Lo scorso novembre il sindaco Maria Rosa Pavanello ha incontrato l’assessore regionale Renato Chisso nel tentativo di sbloccare la situazione, ora il bilancio sta per essere approvato e Mirano si aspetta risposte concrete. Ma, se davvero arrivassero entro la fine dell’anno questi quattro milioni tanto agognati, come sarebbero utilizzati? Da mesi il sindaco ha fatto sapere che le priorità sarebbero: rotatoria tra le vie Dante, Mariutto e Villafranca, messa in sicurezza di via Scaltenigo, ciclabile Mirano-Scaltenigo e installazione nel territorio di 50 punti di videosorveglianza.

(g.pip.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui