Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Laboratorio cinese sequestrato

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

25

mar

2014

MIRANO – Blitz dei carabinieri a Zianigo: denunciato il titolare

MIRANO – Gravi carenze dal punto di vista della sicurezza: è questa la motivazione che ha portato nei giorni scorsi i carabinieri del nucleo Ispettorato del Lavoro di Venezia a porre i sigilli su un laboratorio tessile collocato in una palazzina in pieno centro a Zianigo.

Il laboratorio era a conduzione cinese, almeno sette lavoratori passavano moltissime ore li dentro ma la loro attività nelle ultime settimane è finita sotto la lente d’ingrandimento dei militari dell’arma. Titolare e dipendenti erano in regola con il permesso di soggiorno e gli altri documenti, a presentare serie criticità erano i locali dell’opificio. I carabinieri sono dunque piombati nel laboratorio di Zianigo. È bastato un rapido giro tra i locali per notare le lampanti criticità. Dalle pericolose stufette per il riscaldamento ai cavi scoperti, pare fossero svariate le violazioni alle normative antincendio ma non solo. Il titolare è stato denunciato, i macchinari sono stati subito fermati.

(g.pip.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui