Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

CAVARZERE – I lavori di rinforzo degli argini del Gorzone partiranno già il prossimo anno, e saranno considerati prioritari gli interventi in alcuni tratti di località Viola e via dei Mille, a Boscochiaro, di Dolfina e San Gaetano. È quanto il presidente del Veneto, Luca Zaia, e il responsabile regionale del Genio Civile, ingegner Tiziano Pinato, hanno assicurato alla delegazione di cittadini cavarzerani che li hanno incontrati, lunedì, in municipio a San Vendemiano.Un incontro che era già stato preparato da un precedente confronto, a Padova, tra i portavoce del comitato, la “Rappresentanza di Boscochiaro”, che chiede la rapida messa in sicurezza degli argini del fiume nel territorio di Cavarzere e i tecnici del Genio civile. Lunedì, la delegazione cavarzerana, formata da Emanuele Pasquali, Davide Cavallaro, Enrico Mancin, Gianni Cassetta, Giuliano Pastorello, Roberto Celio, Donato Campaci e Matteo Pasquali, ha consegnato a Zaia le quasi 1200 firme raccolte e illustrato i punti critici del corso del fiume. Il prossimo obiettivo della “Rappresentanza di Boscochiaro” è un incontro col sottosegretario Barbara Degani, assieme al sindaco di Cavarzere, Henri Tommasi.

Diego Degan

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui