Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

CONTESTAZIONE – Covepa a confronto con il governatore

(G.Z.) Non sono mancate, seppure contenute, le contestazioni in occasione del via ai lavori della SPV. Una trentina di «No Pedemontana», guardati a vista da polizia e carabinieri che li hanno tenuti a distanza, hanno esposto alcuni striscioni. Un altro gruppetto ha atteso l’arrivo di Zaia con cui hanno avuto un confronto. A fine cerimonia contro-conferenza da parte di Massimo Follesa del Coordinamento Veneto Pedemontana Alternativa. «È una inaugurazione pro elezioni, fatta per simulare un inizio puntando all’irreversibilità del progetto. Nelle more di un ricorso pendente in Corte Costituzionale proprio attaccando sul tratto del tunnel Castelgomberto – Malo. Noi denunciamo che questo tratto è privo delle necessarie approvazioni tecniche perché mancanti e perché incompleto al 31/12/2013. Tali mancanze ne impediscono la finanziabilità da parte del governo come indicato nel decreto del fare del luglio 2013. Attribuire a quest’opera 370 milioni di euro esenti iva è contro la legge ».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui