Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Expo, sara’ la Riviera del cibo

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

16

apr

2014

I commercianti locali lanciano il progetto per l’appuntamento del 2015

«Daremo vita ad una “Food Valley” per venti milioni di visitatori»         

PROGETTO – Il rilancio dell’enogastronomia in Riviera del Brenta passa per Expo 2015

Il rilancio dell’enogastronomia in Riviera del Brenta passa per Expo 2015. Nella sede dell’Ascom – Confcommercio della Riviera del Brenta a Mira l’altra sera è stata presentata l’iniziativa «UnPOxExpo» un progetto nell’ambito del turismo agroalimentare italiano, l’unico fuori salone, che coinvolgerà 500 comuni tra i quali la Riviera del Brenta. «Un’opportunità per le imprese del territorio che impegna tutti a fare sistema attorno al valore della territorialità della nostra zona», ha sottolineato il delegato Fipe-Confcommercio della Riviera del Brenta Cristian Minchio che, assieme a Elena Bordin, neo eletta alla guida del Gruppo Giovani Imprenditori. All’incontro hanno partecipato molte aziende della Riviera, a partire dalle piccole e medie imprese che ne costituiscono l’ossatura economica e sociale. Presenti, tra gli altri, anche la presidente dell’Unione dei Comuni rivieraschi Maria Maddalena Gottardo, la direttrice del Consorzio Acrib Claudia Simionato e l’assessore alle Attività Produttive e Promozione del territorio di Vigonovo Franco Doro. Il progetto «UnPOxEXPO» è stato ideato da Giampiero Comolli, che ha illustrato a Mira l’obiettivo dell’iniziativa ai presenti, ed è stato concepito nell’ambito del turismo agroalimentare italiano. L’idea è quella di dar vita a una «Food Valley» italiana, proposta ai 20 milioni di visitatori dell’Expo 2015 come meta per scoprire la storia a tavola, nei campi, nella cultura e nell’arte. Ogni provincia, compresa quella di Venezia, sarà chiamata a «griffare» e personalizzare il progetto e così farà anche la Riviera del Brenta, che ha una tradizione enogastronomica di alto livello e che mira a promuoverla collegandola ai prodotti tipici, all’accoglienza delle dimore storiche. «Se la nostra regione mette in campo il Prosecco di Conegliano, il Tiramisù trevigiano, il Grana Padano – ha commentato MInchio – i comuni della Riviera del Brenta potrebbero candidare l’asparago di Giare, la capacità dei ristoratori di tradurre in piatti sopraffini il pesce veneziano, l’ospitalità degli alberghi e delle dimore storiche, l’arte dei prestigiosi calzaturifici che nascono e operano in questa zona».

Luisa Giantin

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui