Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

REGIONE, PARTECIPATE E NOMINE

VENEZIA – «Tutto in regola, ci ha chiesto il consenso e, non essendoci incompatibilità, gliel’abbiamo dato». Così in Regione Veneto spiegano l’incarico assegnato da Cav – la società che gestisce il Passante autostradale di Mestre – a Fabio Milocchi, dipendente della Regione stessa, nonché nominato da Palazzo Balbi giusto un anno fa responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza. Milocchi, che ha da poco presentato il Piano triennale per la trasparenza e l’integrità della Regione Veneto, è tra l’altro il funzionario che deve esprimersi sugli incarichi che vengono affidati – o che si vorrebbe affidare – ai dipendenti della Regione. Ed è per questo che a Palazzo non è passato inosservato il fatto che proprio Milocchi ha un altro incarico: componente dall’aprile 2012 fino al dicembre 2014 dell’organismo di vigilanza della Cav per un compenso lordo annuo di 15mila euro. Dettaglio: la Cav è una società partecipata al 50% da Anas e dal 50% dalla Regione cui spetta tra l’altro la designazione del presidente, nel caso specifico Tiziano Bembo. «Ma l’incarico a Milocchi – replicano in Regione – l’ha dato Cav. E poi è Anas ad avere le deleghe operative. In ogni caso non c’è incompatibilità e Milocchi ha avuto il consenso per assumere quell’incarico».

(al.va.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui