Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

MARCON – Il Consiglio di Marcon ha approvato all’unanimità un ordine del giorno per dire no al gioco d’azzardo. Un provvedimento preso già anche da altri Comunie ora il testo sarà inviato al presidente del Consiglio Matteo Renzi, ai presidenti della Camera Laura Boldrini e del Senato Pietro Grasso e al Consiglio regionale. Il sindaco Andrea Follini e la sua giunta, poi, dovranno sostenere tutte le nuove iniziative e quelle già in atto dall’Asl 12 per contrastare il gioco d’azzardo. Quest’industria, infatti, ha all’attivo un fatturato di quasi 100 miliardi di euro l’anno in Italia ci sono 15 milioni di giocatori abituali. «Un’amministrazione comunale », si legge nel testo, «ha il compito di prevenire e tutelare la salute dei cittadini perché la ludopatia è una condizione molto seria che può arrivare a distruggere la vita. Durante i periodi di difficoltà, l’urgenza di dedicarsi al gioco d’azzardo per le personeche ne sono affette, può diventare completamente incontrollabile, esponendole a gravi conseguenze, personali e sociali. La ludopatia può portare a rovesci finanziari, alla compromissione dei rapporti familiari, alla perdita del lavoro».

Alessandro Ragazzo

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui