Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Parco della laguna, appello ai consiglieri

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

6

mag

2014

Oggi il voto A CA’ FARSETTI

VENEZIA «Del Parco abbiamo già i vincoli di legge. Adesso dobbiamo averne anche le opportunità». Così Alberto Sonino, velista e amministratore unico di Vento di Venezia, la società che ha rilanciato l’isola della Certosa, spiega la sua adesione all’appello che Legambiente e Vas hanno inviato ieri ai consiglieri comunali, in vista dell’approvazione definitiva della delibera prevista per oggi. «Un esempio? La Regione dà più punti nei suoi bandi per attività a chi è all’interno di un parco », dice Sonino, «per questo dobbiamo avviare questo progetto. Altro che Green economy ». La petizione inviata ai consiglieri di tutti i gruppi e lanciata dal presidente di Legambiente veneto Luigi Lazzari e da Verdi Ambiente e società ha raccolto centinaia di firme. Tra queste il presidente della commissione Ambiente del Senato Ermete Realacci, l’attrice Ottavia Piccolo, il giornalista Mario Tozzi, Paolo Perlasca (Wwf), associazioni e intere famiglie veneziane e delle isole. Ha aderito ieri anche il presidente di Confturismo veneto Marco Michelli. Una storia travagliata, quella del Parco. Un mese fa le minacce e le scritte (ancora ben visibili) contro l’assessore Gianfranco Bettin sulle mura dell’isola di San Giacomo in Paludo. La delibera, proposta dall’assessorato all’Ambiente, prevede di realizzare dopo anni di attesa la struttura del nuovo Parco. I criteri del Piano di gestione saranno approvati in un secondo momento. Una modalità che ha fatto arrabbiare gli oppositori nonviolenti, in buona parte abitanti delle isole di Burano e Sant’Erasmo. «Perché dobbiamo approvare una cosa senza sapere a cosa serve? Noi il Parco lo facciamo da sempre». Secondo Bettin si tratta di «un’occasione unica per rilanciare l’economia della laguna basata sul turismo compatibile».

(a.v.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui