Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – “Zaia e Chisso vengano a Mirano”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

16

mag

2014

I comitati che si battono per migliorare la viabilità chiedono un consiglio aperto

MIRANO – Un Consiglio comunale aperto tra cittadini e Regione. Qualcuno, senza troppi riguardi, l’ha definito un “chiarimento tra debitori e creditori”. Parte stavolta dai comitati la richiesta di incontrare Zaia e Chisso a Mirano. La catena degli eventi è ormai chiara: senza i 19 milioni di euro di compensazione per il Passante, gli interventi per migliorare la viabilità a Mirano sono al palo. Da diversi anni ormai. I comitati hanno capito che batter cassa in Comune non serve: le lamentele si ricevono ai piani alti. Così mercoledì sera i comitati sono andati in municipio dal sindaco a chiedere di portare a Mirano il governatore. Presenti tutte le principali formazioni di cittadini miranesi, dal Comitato viabilità sicura Scaltenigo e Ballò, ai comitati e le associazioni di Zianigo e via Cavin di Sala, il Comitato di Quartiere Ovest, quelli di via Dante nord e via Dante sud, il Comitato di via Luneo. Per il Comune, il sindaco Maria Rosa Pavanello e gli assessori Annamaria Tomaello e Giuseppe Salviato. Riunione richiesta per conoscere lo stato dell’arte di quei 19 milioni che Mirano attende di ricevere dalla Regione per realizzare le opere complementari, indispensabili per migliorare la viabilità dopo l’entrata in esercizio della nuova autostrada. La mappa delle criticità è lunga: in pratica ogni comitato miranese attende nella propria zona almeno un intervento legato allo sblocco dei fondi in questione. I fondi però non arrivano. L’ultimo passo del complesso iter, che per Mirano va avanti dal 2009, anno dell’accordo, si era avuto negli ultimi giorni di ottobre 2013, quando l’assessore regionale alla Mobilità Renato Chisso, ribadendo come l’accordo e l’impegno a dare a Mirano ciò a cui ha diritto fosse ancora valido, aveva assicurato chela Regione si impegnava a trasferire al Comune nel 2014 almeno una prima tranche dei fondi. Ad oggi però, nel bilancio regionale di previsione, non c’è traccia di alcun stanziamento. E il livello di pazienza dei comitati miranesi rasenta il fondo. La richiesta di un Consiglio comunale aperto con Luca Zaia e Chisso appare come il primo passo di una nuova alleanza tra Comune e comitati cittadini. Sulla convocazione straordinaria è infatti d’accordo anche Pavanello: «Siamo fiduciosi», ha spiegato il sindaco, «che Zaia e Chisso, in continuità con l’attenzione e la disponibilità che ci hanno assicurato negli ultimi mesi, accoglieranno il nostro invito e verranno a Mirano a illustrare ai cittadini come la Regione intende procedere in questo 2014».

Filippo De Gaspari

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui