Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al TAR. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso TAR contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – Opposizioni scatenate contro il sindaco Maddalena Gottardo e la giunta che ha convocato il consiglio comunale per l’adozione del Pati (Piano assetto territoriale intercomunale) Dolo-Fiesso giovedì alle 15. «Il sindaco Maddalena Gottardo e la sua maggioranza hanno deciso di portare in consiglio comunale il Pati saltando i necessari passaggi previsti per l’apposita commissione », accusano Mario Vescovi e Giovanni Fattoretto (Lega Nord), «dopo il bilancio ora anche il Pati si appresta a essere approvato con la solita forzatura da parte del sindaco». «Il Pati è uno strumento di programmazione importante per lo sviluppo urbanistico, economico e sociale del territorio», prosegue Vescovi, «non si può approvare senza nemmeno prendere in esame gli emendamenti dei gruppi politici». Critici anche i consiglieri di “Dolo, cuore della Riviera”. «Dopo i 500 mila metri quadrati di Veneto City», accusano, «e un residuo di 356 mila metri cubi previsti dal vecchio Prg ancora da realizzare (senza contare la possibilità di ampliamento stabilita dal nuovo piano casa), il sindaco Gottardo e l’assessore all’urbanistica Elisabetta Ballin hanno deciso di adottare il piano urbanistico di Dolo, con l’aggiunta di ulteriori 220 mila metri quadri di terreno agricolo da cementificare. Nessun concreto confronto con il consiglio comunale, nessuna possibilità di intervenire sulle decisioni già prese».

(g.pir.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui