Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

CAMPOLONGO – È stato pubblicato ieri sul bollettino della Regione il bando di gara del progetto preliminare per la realizzazione dell’Idrovia Padova-Venezia. Soddisfatti i comitati Brenta Sicuro e Opzione Zero che hanno sempre promosso il completamento di quest’opera anche come soluzione al problema idraulico dell’area. Si tratterà di un «canale navigabile di quinta classe per navi tipo Sormovskiy con funzione anche di scolmatore del fiume Brenta con portata massima di 350 metri cubi al secondo ». Il progetto dovrà essere pronto entro l’autunno. La Regione per il progetto preliminare ha stanziato un milione e 200 mila euro. Un risultato questo che è il frutto di un recente incontro fra l’assessore all’ambiente regionale Maurizio Conte e i comitati e sindaci dell’area. Il completamento del canale idroviario è visto anche come una soluzione per evitare le piene del Brenta e del Bacchiglione nel periodo autunnale. Dai dati emersi dai controlli della Protezione Civile infatti nel 2011 le frane certificate in un censimento erano salite al 45% dal 10% del 2003. Ora si stima che in tutti e tre i comuni della Riviera sud in cui passa il fiume Brenta i crolli abbiamo interessato il 60% delle rive.

(a.ab.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui