Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

«Mi appello a lei che tante speranze ha suscitato nel Paese, rompa davvero con la vecchia politica lontana dai bisogni dei cittadini e dalla tutela del territorio, cancelli la Orte-Mestre e punti sul trasporto merci ferroviario e fluvio-marittimo».

Questa è la richiesta fatta da Federica Boscaro, sindaco di Fossò, che ha scritto al premier Matteo Renzi, all’interno delle consultazioni per lo “ Sblocca Italia”, chiedendo di togliere dal decreto il progetto della Romea Commerciale. Anche il Comune di Fossò, dopo il circolo di Legambiente della Riviera, si è schierato contro il progetto. «Quasi il 75 per cento delle strade-autostrade finanziate corrisponde alla autostrada Orte-Mestre», commenta il sindaco di Fossò, «opera superata e inutile, peraltro bloccata dalla Corte dei conti in questi giorni e che non sta in piedi finanziariamente».

Federica Boscaro pensa anche all’ambiente. «Quello che è ancora più grave dei calcoli economici», prosegue, «è però il danno irreversibile che subirebbe il nostro territorio, fragile e a rischio idrogeologico, per l’enorme consumo di suolo previsto. Il Governo e i parlamentari veneti si decidono a fare qualcosa di buono per questo territorio che ha l’atmosfera più inquinata d’Europa? Non solo, dal 1956 al 2010 in Veneto abbiamo consumato e perso l’11 per cento di suolo, contro una media nazionale del 6,9 per cento e una europea del 2,3 per cento».

Giacomo Piran

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui