Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – Il gruppo consiliare di opposizione “Il Ponte del Dolo” evidenzia la situazione di degrado in cui si trova una delle ville storiche dolesi, la Ferretti-Angeli di via Brentabassa. «Circa vent’anni fa – dice Emilio Zen – mediante una convenzione tra il Comune di Dolo e la Provincia di Venezia e successivamente grazie all’intervento diretto dell’En.A.I.P. , ivi ospitato, Villa Ferretti-Angeli aprì alla cittadinanza il suo bel parco e, per eventi culturali significativi, anche le sue sale. Un modo intelligente per valorizzare uno dei luoghi più significativi della Riviera. Dal punto di vista architettonico Villa Ferretti-Angeli, realizzata nel 1608 su progetto di Vincenzo Scamozzi, è annoverata tra le ville venete più importanti». Zen prosegue: «Purtroppo “Il Ponte del Dolo”, con rammarico, si sente in dovere di segnalare il suo attuale degrado, oggetto anche di un’interrogazione presentata dal consigliere comunale Giorgio Gei in aprile, ed invita le istituzioni competenti ad intervenire con piani urgenti di restauro. I palazzi, i monumenti, gli ambienti che raccontano il passato segnano l’identità di un territorio. Lo stato di conservazione e il loro eventuale recupero indicano il senso civico di chi lo vive e lo governa».

(L.Per.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui