Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – La Riviera si scopre di notte

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

9

set

2014

TURISMO – Iniziativa sperimentale dei Battellieri e del Burchiello: «Per rilanciare la nostra zona»

Battelli solcano il Naviglio in notturna tra musica e buon cibo

Proporre un’alternativa al mordi e fuggi turistico di Venezia e rispondere ad una clientela turistica sempre alla ricerca di nuove emozioni e di percorsi e proposte diverse rispetto a quelli tradizionali sta spingendo gli operatori turistici della Riviera del Brenta a lanciare proposte sempre nuove e ricercate. Un esempio è la navigabilità notturna lungo le calme acque del Naviglio tra ville e giardini, un modo per scoprire la Riviera a lume di candela.
Sarà così giovedì 11 settembre: dalle 19.30 a mezzanotte si terrà l’evento “Fashion River Boat” con navigazione notturna a bordo del “Burchiello”, dal Portello di Padova a Villa Foscarini Rossi di Stra per una serata all’insegna della moda, del lusso, tra musica e buon cibo.
La navigazione notturna è stata proposta in via sperimentale quest’estate dall’Associazione Battellieri del Brenta e della società il Burchiello. Su richiesta le due società hanno promosso viaggi lungo il “Burchiellino” anche da Venezia a Mira sempre a bordo di un battello fluviale in grado di accogliere circa 50 persone con ponte panoramico e illuminazione a led, ma il battello parte anche dalla Riviera o da Padova per raggiungere Venezia oppure fermarsi per la cena in una delle splendide ville del Naviglio.
«Iniziative di questo tipo piacciono moltissimo ai turisti stranieri – spiega Adelino Carraro dell’Ascom e storico operatore turistico della Riviera – Francesi, russi e inglesi amano questi viaggi lungo i fiumi. Certo è tutto in via sperimentale, ci sono molti problemi da risolvere compresi i passaggi sui ponti mobili o le chiuse ma l’iniziativa potrebbe rappresentare un’occasione di rilancio del turismo nella nostra zona se promossa nelle grandi fiere internazionale del settore».

Luisa Giantin

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui