Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

2014_09_20_manifestazione

 

SERVIZIO RAI TGR

SERVIZIO ANTENNA TRE

——————

CLICCARE QUI PER VEDERE LE FOTO

——————

 ARTICOLO DEL FATTO QUOTIDIANO

ORTE-MESTRE, PROTESTA CONTRO L’AUTOSTRADA. LEGAMBIENTE: “PROGETTO ISOSTENIBILE”

Il 20 e il 21 settembre in cinque regioni la mobilitazione contro l’opera approvata dal Cipe. Per l’associazione ambientalista i flussi di traffico previsti sono talmente bassi da imporre tariffe alte. Così “più cittadini e trasportatori si riverseranno sulle strade normali rendendo impossibile il rientro del capitale investito” CLICCA E LEGGI

 ——————

Ore 09.30-10.00 ritrovo attivisti in bicicletta presso parcheggio del supermercato Lando in Romea a Mira. Trasferimento in bici lungo la statale fino all’incrocio di Giare

Ore 10.45-13.00 Presidio presso l’incrocio sulla SS 309 Romea a Giare di Mira con azioni di sensibilizzazione e “traffic calming”

Ore 13.30-15.00 Spuntino collettivo presso lo Squero a Dolo in collaborazione con Osteria dai Kankari

Ore 15.30-21.00 Festa a Dolo con stand informativi di associazioni e comitati, produttori agricoli locali, laboratori, magna&bevi

ore 18.30 concerto con il gruppo OSTERIA DEI PENSIERI 

 

PARTECIPA E DIFFONDI!!!!

 

Il 20-21 settembre la rete Nazionale Stop Orte-Mestre ha indetto due giornate di mobilitazione nazionale in tutti i territori minacciati dalla nuova grande opera. La Riviera del Brenta c’è!!

 

La Orte-Mestre, la nuova autostrada di 400km, è un’opera inutile, distruttiva, bocciata pure dalla Corte dei Conti perché rischia di creare un “buco” di almeno 10 miliardi di euro. Eppure il Governo Renzi, con il decreto”Sbanca Italia”, vuole portarla avanti a tutti i costi infischiandosene dei rischi per le casse pubbliche, degli impatti ambientali, delle comunità e delle amministrazioni che chiedono di spendere questi soldi  in modo più intelligente , per esempio mettendo subito in sicurezza la Romea.

La verità è che questa autostrada serve solo a chi la fa, serve alle cricche mafiose del cemento che dopo il MOSE vogliono mettere le mani su un “bottino” ancora più succulento. A pagare saranno sempre e solo i cittadini e i lavoratori con tagli ai servizi e al welfare, tasse e disoccupazione!!

Basta con la mafia delle grandi opere, con i colpi di mano autoritari di un Governo irresponsabile, con una classe politica inadeguata e arraffona: il fronte del no alla Orte-Mestre è ogni giorno più forte e più ampio, sempre più determinato a impedire la distruzione delle terre e  delle vite di chi ci abita. Per far ripartire il Paese bisogna redistribuire la ricchezza, bisogna rimettere al centro il lavoro vero, i diritti delle persone, l’ambiente e la salute.

 

Hanno già aderito e sostengono l’iniziativa: Legambiente Riviera del Brenta, Legambiente Saonara, Associazione per la Decrescita Salzano, LIBERA, Emergency, Osteria dai Kankari, CIA (Confederazione Italiana Agricoltori Venezia), Comitato No Grandi Navi…

 

Comunica la tua adesione personale o dell’organizzazione che rappresenti a info@opzionezero.org

 

TUTTE LE INIZIATIVE ORGANIZZATE DAI NODI LOCALI DELLA RETE STOP ORTE-MESTRE:

Riviera del Brenta: i comitati si attivano per un’intera giornata con manifestazione al mattino sulla SS 309 Romea in località Giare di Mira (ore 10.30) e festa in piazza a Dolo nel pomeriggio (dalle ore 15.00) ;

– A Cesena il coordinamento Stop Or-Me ha indetto una biciclettata domenica 21 con partenza alle ore 14.30 dalla stazione dei treni di Cesena;

– La rete di Terni organizza un presidio con volantinaggio al casello dell’autostrada A1 a Orte sia sabato che domenica pomeriggio;

– In Umbria il Coordinamento Umbro – No E45 Autostrada organizza sabato 20, alle ore 15.30, un assemblea popolare con i cittadini a Deruta, presso l’Hotel Asso di Coppe; in contemporanea volantinaggi in altre città;

– Altri presidi e volantinaggi sono previsti venerdì in piazza a Adria, sabato a Cavarzere e a Ravenna domenica a Piove di Sacco nel padovano e alla chiusa di S.Marco a Ravenna;

– Il coordinamento Stop Al Consumo di Territorio di Argenta sarà presente con striscioni e volantini all’incrocio tra la vecchia SS 16 e la Strada S. Antonio;

– Infine la Legambiente dell’Emilia-Romagna organizza un tour regionale nei paesi minacciati dall’autostrada per lunedì 22;

 

——————–

 

Alcune note informative per attivisti e simpatizzanti:

– ore 9.30-10 per tutti quelli che vengono in bici ritrovo presso il parcheggio del supermercato Lando nei pressi della Romea a Mira;

Partenza da qui verso il presidio di Giare alle ore 10.20 (circa 2,5 km lungo la Romea)
Per motivi di sicurezza ci si muove tutti insieme tenendo la destra e senza occupare tutta carreggiata; saremo comunque scortati dai vigili urbani.

– ore 10.30-13.30 Presidio presso l’incrocio tra via Primo Maggio e la S.S. 309 Romea.
Si tratta di un incrocio pericoloso, perciò chiediamo a tutti di seguire scrupolosamente le indicazioni che verranno date dagli attivisti sul posto evitando di prendere iniziative personali non concordate; in ogni caso invitiamo tutti a prestare la massima attenzione!!!

 

E’ molto importante che ciascuno venga munito di pettorina arancione o gialla!!!

 

LA MANIFESTAZIONE SI SVOLGE CON QUALSIASI TEMPO

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui