Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui



Sostieni la battaglia contro l'inceneritore di Fusina, contribuisci alle spese legali per il ricorso al Consiglio di Stato. Versamento su cc intestato a Opzione Zero IBAN IT64L0359901899050188525842 causale "Sottoscrizione per ricorso Consiglio di Stato contro inceneritore Fusina" Per maggiori informazioni cliccare qui

DOLO – «L’Ulss 13 sta così bene che può permettersi il lusso di prestare 25 milioni di euro all’Ulss 12, che così risanerebbe almeno in parte i debiti che ha con i propri fornitori». A sostenerlo è il consigliere comunale di minoranza “Per Dolo cuore della Riviera”, Vincenzo Crisafi. «In pratica – spiega Crisafi – se non abbiamo capito male, dei 51 milioni che riceviamo dalla Regione 26 milioni ci servono per ripianare i nostri debiti, mentre gli altri 25 non andrebbero per la ristrutturazione del nostro monoblocco e le sale operatorie, ma per riparare gli errori commessi nel project financing».
E prosegue: «Si dirà che sono soldi prestati, però non è dato sapere come e quando verranno restituiti. Ma soprattutto non è dato sapere se saranno restituiti o meno. Questo sarebbe davvero un brutto colpo per noi e potrebbe essere visto come il primo segnale di un prossimo e non lontano inglobamento della nostra Asl 13 al servizio dell’ASL 12».
Ribadendo un concetto molto semplice: «Forse ci si dimentica che siamo una città di 250mila abitanti e come tale ha bisogno d’avere risposte adeguate, con maggiori e più efficienti servizi alle esigenze dei suoi cittadini». E chiama in causa i sindaci: «Vorrei sapere cosa ne pensano i nostri sindaci. Sono d’accordo sul prestito che ha tutta l’aria di essere forzoso e che a pagare siano sempre i soliti virtuosi?»

Gianluigi Dal Corso

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui