Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

A Dolo l’opposizione fa venir meno il numero legale, torna lo spettro del commissario ad acta

Impantanati sul Pati. Gli amministratori dolesi per la quarta volta non riescono a decidere in consiglio comunale sul Piano di Assetto del Territorio Intercomunale. Dopo una continua serie d’interruzioni per esaminare le incompatibilità, quando la discussione è iniziata per il primo ambito – subito dopo l’uscita dei consiglieri Spolaore, Naletto e Polo per l’opposizione e di Stradiotto, Minchio e Menegazzo per la maggioranza – è stato letto il primo emendamento proposto da Giorgio Gei del gruppo “Il Ponte”: «Questo Pati lo rigetto perché va ad intaccare lo sviluppo edificatorio di Dolo – ha osservato – ma al di là di questo la discussione avviene su uno strumento sul quale questo consiglio è esautorato dal potere di decisione perché anche apportando delle modifiche la Conferenza dei Servizi non è obbligata a tenerne conto. Per questo motivo lascio l’aula». Dopo Gei anche gli altri consiglieri dell’opposizione, uno alla volta, hanno abbandonato il consiglio cosicché quando il segretario ha verificato il numero dei presenti ne ha constatato la mancanza del numero legale.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui