Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – “L’Asl 13 rema contro”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

17

ott

2014

MIRANO – Stival: «La direzione generale sospenda iniziative contrarie al piano socio-sanitario»

Mozione della Lega in Regione su Cardiochirurgia: «Serve collaborazione con l’Asl 12»

«La giunta Zaia dice una cosa, ma la direzione dell’Ulss 13 ne sta facendo un’altra. Non c’è alcuna collaborazione con l’Ulss 12 per mantenere a Mirano l’attività di Cardiochirurgia. La Regione intervenga». Con una mozione trasversale tra centrodestra e centrosinistra approvata mercoledì quasi all’unanimità, il consiglio regionale punta il dito contro il direttore generale dell’Ulss 13 Gino Gumirato. La mozione è stata presentata dal leghista Daniele Stival e sottoscritta dai colleghi Teso, Tesserin, Furlanetto, Piccolo e Pettenò. Il concetto è chiaro: «Le schede ospedaliere emanate dalla giunta regionale parlano di collaborazione tra l’Ulss miranese e quella veneziana, ma la direzione generale dell’Ulss miranese sta operando per interrompere le proprie funzioni di cardiochirurgia».
Il tema è noto: il reparto di Mirano è considerato un’eccellenza ma i numeri di interventi sono troppo ridotti per permettergli di rimanere in piedi da solo. Da qui arriva l’indicazione regionale di collaborare con Mestre, ma secondo i consiglieri la cardiochirurgia miranese sta invece rischiando di essere smantellata. «A seguito della cessazione dell’attività dell’area chirurgica va attivata l’Unità Semplice Dipartimentale di chirurgia vascolare, ma anche qui nulla è stato fatto. La giunta Zaia sospenda ogni iniziativa della direzione dell’Ulss 13 che possa ostacolare la piena attuazione della convenzione» si legge nella mozione caldeggiata anche dal consigliere Pigozzo.
«Tra le due Ulss e la volontà regionale non c’è sintonia – scrive Stival in una lettera inviata ai due direttori generali, all’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto e al segretario regionale alla Sanità Domenico Mantoan – Il grande patrimonio di uomini, donne e tecnologie del reparto di Mirano non può andare disperso». Pronta la replica di Gumirato: «La convenzione è utile e sarà rispettata, tutti gli atti riflettono le indicazioni regionali. L’Unità di chirurgia vascolare? La nomina avverrà il 1. gennaio 2015, esattamente come previsto».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui