Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Gazzettino – Chioggia. “Romea, pedaggio per i foresti”

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

25

ott

2014

CHIOGGIA – La proposta del consigliere Voltolina (Udc) dopo l’ennesimo incidente mortale

Con i soldi si potrebbe mettere in sicurezza la strada

La Romea è pericolosa e i soldi per sistemarla non ci sono? Introdurre la Vignetta come in Slovenia, in Austria e in altri Paesi europei. La proposta arriva dal consigliere di maggioranza dell’Udc Andrea Voltolina: «I fatti tragici di questi giorni, con la morte di una bimba di tre anni in un frontale avvenuto all’incrocio di Conche di Codevigo, hanno riacceso la discussione sulla pericolosità di questa statale che noi chioggiotti siamo costretti quotidianamente a percorrere verso Venezia e Padova, non avendo altre arterie a disposizione. Da tanti anni si parla di sicurezza e di interventi per migliorare la situazione agli incroci e negli altri punti più pericolosi della Romea, ma nessuno ha mai fatto niente per mancanza di denaro. Ecco allora che tutto si risolverebbe introducendo la Vignetta, ossia una tassa che potrebbe essere di 10 euro, da far pagare ai non residenti che percorrono la Romea in Veneto e in Emilia Romagna. Da quando sono state aperte le frontiere dei paesi dell’Est, c’è stato un considerevole aumento del traffico, soprattutto di quello pesante. Con i soldi derivanti dal transito dei turisti e dei camion, si potrebbero finanziare le opere di messa in sicurezza della statale. Il tutto aspettando la Romea Commerciale». Nell’ultimo consiglio comunale l’amministrazione comunale ha votato, quasi all’unanimità, un ordine del giorno che impegna la giunta Casson ad intensificare i rapporti con Anas per cercare di fare installare autovelox nei due incroci più pericolosi del territorio, quello delle frazioni di Valli e di Sant’Anna. Inoltre, sempre da Anas, la giunta è in attesa di una risposta sulla richiesta di accensione per tutto il giorno del semaforo di Valli. Anche l’opposizione ha fatto la sua parte: nell’ordine del giorno è stato inserito un punto richiesto dal consigliere del Movimento5Stelle Gilberto Boscolo per chiedere ad Anas di verificare la possibilità di realizzare piazzole di sosta alle fermate degli autobus.

Marco Biolcati

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui