Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Vertenza in Regione

PORTOGRUARO – La Regione intende agevolare gli spostamenti dei lavoratori e degli studenti sulla tratta ferroviaria Venezia-Portogruaro? È questa l’interrogazione che i consiglieri regionali Francesco Piccolo e Diego Bottacin del Gruppo misto hanno portato in Consiglio giovedì 30 ottobre. A fine 2013 era entrato in vigore l’orario cadenzato, che aveva suscitato le perplessità della Conferenza dei sindaci. Ora, a soli 40 giorni dall’entrata in vigore dell’orario per il 2015, il Gruppo misto chiede modifiche per la tratta Venezia-Portogruaro che interessa studenti e lavoratori. Tra le richieste, la partenza da Venezia tra le 21.26 e le 21.41 anziché alle 22.11; il posticipo della partenza del Regionale veloce 2219 alle 23.11 anziché alle 22.41; l’istituzione di una nuova corsa in partenza da Venezia alle 0.21 per Portogruaro che effettui tutte le fermate dopo Mestre, per permettere ai lavoratori di fare rientro anche in tarda serata. O ancora, il sabato si richiede di prolungare fino a Venezia la corsa da Portogruaro verso Mestre delle 12.06, per agevolare i lavoratori del sabato e gli studenti di Portogruaro e San Donà, che talvolta il sabato terminano prima le lezioni; come ultima richiesta un nuovo Regionale in partenza da Portogruaro o alle 4.13 o alle 5.06 durante il sabato e i festivi, utile sia ai lavoratori sia a chi deve prendere coincidenze a Mestre per Roma o Torino.

(f.spa.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui