Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

Nuova Venezia – Clini a processo per corruzione

Posted by Opzione Zero in Rassegna stampa | 0 Comments

15

nov

2014

Il 12 marzo prima udienza a Roma per i finanziamenti a “New Eden”

MESTRE – L’ex ministro dell’Ambiente, Corrado Clini – che per anni ha lavorato come medico del Lavoro dell’Asl 12 a Mestre – dovrà affrontare in primavera prossima l’atteso processo a Roma con l’accusa di corruzione. La Procura della Repubblica capitolina ha chiesto ed ottenuto il giudizio immediato per una mazzetta che avrebbe ricevuto in relazione ad un finanziamento da 54 milioni elargito quando era a capo della direzione generale del dicastero per una serie di bonifiche in Iraq. Il progetto, denominato “New Eden”, prevedeva degli interventi di bonifica in alcune zone della Mesopotamia.

La prima udienza è stata fissata per il prossimo 12 marzo davanti ai giudici della seconda sezione penale. Clini è accusato di avere intascato una mazzetta da circa un milione di euro. In totale sono otto i bonifici sospetti che la Guardia di finanza ha monitorato per risalire alla mazzetta finita nella disponibilità dell’ex ministro.

A processo anche il professionista di Ferrara, Augusto Pretner. Secondo gli atti del pm Alberto Galanti, la società “Nature Iraq” avrebbe creato una provvista di oltre 3 milioni di euro e dopo un passaggio in Olanda sarebbe arrivata a Pretner (che avrebbe tenuto per se 2 milioni), in un conto svizzero e poi a Clini che in totale avrebbe ricevuto poco più di un milione di euro.

Al centro dell’indagine una serie di versamenti che sarebbero stati compiuti nel periodo che va dal 14 ottobre 2010 al 22 giugno 2011, quando lo stesso Clini era manager al dicastero. Quella chiusa dalla Procura è solo una parte di una indagine più ampia che vede sempre coinvolto l’ex capo e già direttore del ministero dell’Ambiente.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui