Segui @OpzioneZero Gli aggiornamenti principali anche su Facebook e Twitter. Clicca su "Mi piace" o "Segui".

Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri o di terze parti per rendere migliore l'esperienza d'uso degli utenti. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni cliccare qui

QUARTO D’ALTINO – Ancora treni in ritardo ieri mattina, lungo la tratta Venezia Portogruaro. La settimana per i pendolari, non è certo iniziata nel migliore dei modi. Diversi treni, come segnala anche il comitato pendolari, hanno riportato ritardi da 10 a 20 minuti, in arrivo a Venezia. Il treno delle 6.55, uno dei primi del mattino e tra i più affollati per i lavoratori, è stato annunciato con una decina di minuti di ritardo. Che poi sono raddoppiati. E così la banchina si è nel frattempo riempita di pendolari e passeggeri, i quali, evidentemente, attendevano i treni successivi, che però non erano nemmeno puntuali. I più sono saliti e sono rimasti schiacciati come le sardine, ma c’è anche chi non è riuscito a montare ed è rimasto a terra. Oltre al danno di arrivare tardi, dunque, anche la beffa. In tanti a sbuffare, imprecare, o tornare a casa e prendere l’auto per cercare di arrivare in tempo a timbrare al lavoro. Non è la prima segnalazione, bensì l’ennesima. Il comitato pendolari di Quarto e del Veneto Orientale, continua a segnalare cosa non va, fotografando i tabelloni con i ritardi, chiedendo che la situazione migliori, che vengano ripristinate alcune corse. Ma per ora, niente di fatto. Alla stazione di Quarto, nel frattempo, sono arrivate le famose pensiline.

(m.a.)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyrights © 2012-2015 by Opzione Zero

Per leggere la Privacy policy cliccare qui